Art. 43 L.F. – Cass. Civ. Sez. VI, 14.07.14, nr. 16070 – Est. Cosentino
Se, dopo la sentenza di secondo grado ed in pendenza del termine per la proposizione del gravame, interviene il fallimento della parte, il ricorso per Cassazione deve essere notifcato e proposto nei confronti della procedura fallimentare. La notifica al soggetto in bonis è pertanto nulla anche se sanabile, in rinnovazione, con notifica al curatore.

 

 


Fallimenti Pescara

Fallco

Creato da GAP Informatica Snc - Area58