Azione responsabilità – Cassazione Civ. SS.UU. 6 maggio 2015, nr. 9100 – Rel. Rordorf
Quando il curatore di società di capitali promuove azione di responsabilità nei confronti dell’amministratore della stessa, la quantificazione del danno risarcibile deve tenere conto dei singoli inadempimenti addebitabili all’amministratore il cui onere delle prova e del rapporto di causalità ricade sempre a carico della curatela. Anche in caso di mancanza di scritture contabili, il danno da risarcire non può essere individuato nella differenza aritmetica tra attivo e passivo fallimentare. Tale ultimo residuale criterio può essere adottato soltanto in via equitativa, in mancanza di accertamento di specifiche condotte.

 

 


Fallimenti Pescara

Fallco

Creato da GAP Informatica Snc - Area58