No Iva integrale nel concordato preventivo - Tribunale Varese 30 giugno 2012 - Est. COSENTINO
Non appare fondata l’imposizione dell’intangibilità dell’Iva nel concordato preventivo che non si avvale dell’istituto dell’art. 182 ter L.F.; infatti, la previsione di integrita’ del pagamento dell’Imposta sul Valore Aggiunto prevista per la proposta di concordato che si avvalga dell'istituto della transazione fiscale non risulta applicabile anche nel caso in cui la transazione fiscale non sia stata attivata. Avallando la tesi secondo la quale l’intangibilita’ dell’Iva opera, comunque, nel c.p. senza transazione fiscale e, di conseguenza anche nelle procedure esecutive individuali, si addiverrebbe allo stravolgimento del fondamentale principio della inalterabilità dell'ordine delle cause di prelazione ed alla limitazione della libertà del proponente nel formulare il piano. Tribunale Varese 30 giugno 2012 - Pres. Santangelo - Est. Cosentino

 

 


Fallimenti Pescara

Fallco

Creato da GAP Informatica Snc - Area58