Art. 78 L.F. - Cassazione 6 luglio 2009
Art

Art. 78 L.F. - Cassazione 6 luglio 2009

Relativamente ad un mandato in rem propriam inerente ad un’alienazione di credito con funzione solutoria, in caso di fallimento del creditore cedente, l’effetto concreto dell’avvenuta cessione, che estromette il credito dal patrimonio del fallito ante fallimento non solo inibisce l’applicabilità dell’art. 78 L.F. ma preclude, agli organi del fallimento, la revoca del mandato per giusta causa ex comma 2°, art. 1723 c.c.

Cassazione Civile, Sez. III, 6 luglio 2009, n°15797


 

 


Fallimenti Pescara

Fallco

Creato da GAP Informatica Snc - Area58